I vantaggi dell’iper ammortamento

C’è tempo fino al 31 Dicembre per godere degli sgravi fiscali sui distributori automatici: scopriamo insieme tutti i vantaggi.

La Legge di Stabilità 2017 ha previsto alcune agevolazioni per favorire lo sviluppo dell’Industria 4.0, tra le quali rientra l’iper ammortamento:  una misura fiscale che supervaluta del 250% gli investimenti fatti dalle aziende per l’acquisto di beni materiali, dispositivi e tecnologie che abilitano la trasformazione delle imprese in chiave 4.0.

La deduzione nella dichiarazione dei redditi su questa categoria di beni viene dunque portata al 250% del totale, consentendo in tal modo un risparmio pari al 36% sul prezzo di acquisto. In pratica, sommando a questa cifra l’IRES standard, si ricava che ogni €100.000 investiti, €60.000 sono fiscalmente recuperati. Un notevole risparmio dunque, ma solo per chi rispetta le tempistiche: l’iper ammortamento può infatti essere applicato a tutti gli investimenti effettuati dal 1 Gennaio 2017 al 31 Dicembre 2018, ovvero entro il 31 Dicembre 2019, a condizione, però, che entro la fine di quest’anno l’ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di un acconto pari ad almeno il 20% del costo di acquisizione. Se il valore del bene da mettere in ammortamento è inferiore a €500.000, per accedere all’incentivo è sufficiente che il legale rappresentante della società presenti un’autocertificazione.

Con una circolare emanata il 23 maggio scorso, il MISE ha chiarito che sono compresi nell’agevolazione tutti i distributori automatici di prodotti finiti e/o per la somministrazione di alimenti e bevande, assimilabili agli effetti della disciplina dell’iper ammortamento, a “magazzini automatizzati interconnessi ai sistemi gestionali di fabbrica”. Il Ministero ha poi  precisato che i distributori automatici, per potere godere del vantaggio fiscale, devono rispettare i requisiti previsti dal Piano Nazionale “Impresa 4.0” e, in particolare, devono soddisfare quello dell’interconnessione:devono essere in grado – si legge nella circolare – di scambiare informazioni in maniera bidirezionale: in ingresso – ricevendo da remoto istruzioni/indicazioni quali, ad esempio, la modifica dei dati e dei parametri di configurazione della macchina e/o la variazione del listino prezzi dei prodotti – e in uscita – comunicando informazioni quali, ad esempio, stato componenti della macchina, contabilità, quantità prodotti o altre informazioni di natura logistica e diagnostica.”

Evoca Group offre una soluzione  innovativa e universale che consente di soddisfare il requisito dell’interconnessione: con la soluzione Televend Newis Edition un operatore è in grado di ricevere eventi e vendite dalla macchina in tempo reale e di gestirli in modo intelligente, grazie a un portale in Cloud. Tramite il portale è anche possibile modificare i prezzi in macchina, come condizione sufficiente per accedere ai contributi previsti dal Ministero. Il modulo si interfaccia sui canali Executive o MDB in modalità trasparente ed è  in grado di tracciare tutte le vendite effettuate dai distributori automatici, sia di Evoca che di altri produttori. Televend Newis Edition è anche integrabile con tutti i più comuni gestionali utilizzati dalle aziende del vending: un sistema veloce da installare, che non richiede grande impegno nella configurazione da parte del cliente, ma che soddisfa tutti i requisiti per accedere ai benefici dell’iper ammortamento.

In un mondo sempre più connesso le aziende devono affrontare nuove sfide,  puntando  sull’immediatezza e sull’attenzione al cliente. La telemetria dà una risposta concreta a queste necessità: permette all’operatore di risparmiare sui costi vivi e di controllare da remoto, in ogni momento, lo stato delle proprie macchine. Consente, inoltre, di focalizzarsi sui bisogni del consumatore, offrendo al tempo stesso un servizio migliore.

 

 

Soluzione Televend Newis Edition

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *